[day tips 03] la sequenza di avvicinamento prevede che, al giusto momento, arrivi la call to action di conversione

Con questo cliente/profilo stiamo lavorando sulla parte più importante e utile, quella che ci porterà a dialogare con il contatto, che al momento è un legame debole, contagiandolo con una percezione di ottima presenza e autorevolezza. Come? Già nel video che abbiamo fatto girare al nostro cliente, il “welcome message” di inizio rapporto con il Suo contatto che ha accettato la connessione, è stato perfettamente espresso cosa sarebbe accaduto e quindi che sta accadendo: ha espresso il desiderio di cura della relazione tra di loro e l’invio periodico di contenuto utile, soprattutto personalizzato e con messaggio diretto. Quindi le regole della relazione sono state anticipate, possono andar bene o meno. Non abbiamo trovato comunque qualcuno che rifiutasse qualcosa di così diverso e comunque attenzione.

Con questo cliente/profilo abbiamo riscontrato che qualche contatto chieda qualcosa: meglio cercare di essere in ascolto, sempre, come abbiamo fatto proprio per favorire la percezione di attenzione che non va buttata via, anzi è una delle occasioni d’oro.

Il nostro cliente/profilo chiede nel video se il contatto preferisce qualcosa o qualcos’altro nel modo di relazionarsi, ad esempio se utilizzare il messaggio LinkedIn o l’e-mail. Succede qui che ci possa essere un feedback da subito, ci è successo anche per questo nostro cliente, e questo va gestito subito: una risposta a un dubbio o l’interesse a sapere qualcosa. Questa è la seconda occasione d’oro da gestire, per questo è di colore arancio, può iniziare già da subito una relazione più forte, che mediamente, in verità ci aspettiamo un bel po’ più avanti più avanti nella sequenza che abbiamo delineato nella strategia editoriale.

Nel welcome message video, della fase “connessione”, al contatto abbiamo già dato lo spunto per esprimersi: se avere un contenuto di tipo 1 o tipo 2. Qualora non risponda per una preferenza esatta, sapremo già quale mandare, a prescindere, era tutto previsto nella pianificazione editoriale. Il tutto lo abbiamo giocato a scadenza temporale di una settimana o di una decade: il contatto ha ricevuto il materiale e attenzione, proprio per contagiarlo con una percezione di ottima presenza e autorevolezza del nostro cliente/profilo.

Tutto è servito per la cosa più importante, l’ingaggio vero e proprio. Questo è pianificato dopo qualche flusso di invio di contenuto periodico “di valore”, durante il quale nutriamo relazione e attenzione, a questo punto per qualificare una delle possibili azioni. Con questo cliente/profilo abbiamo proposto un invito ad un aperitivo organizzato dalla struttura commerciale organizzato proprio in quel periodo, durante il quale conoscersi di persona e avere un ulteriore omaggio da definire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.